Google
Web www.degas.it

Maldive



Egitto



La vita

Biografia (parte II)
Contrariamente all'impressionista, teme la luce naturale e ama soprattutto sfumare gli effetti della...
Biografia (parte I)
Ammesso, nel 1855, alla Scuola nazionale superiore di Belle arti, preferisce frequentare il lab...

Grandi Opere

Ballerina dal fotografo
Nelle tele di Degas le ballerine sono protagoniste non solo quando sono in scena, ma anche in moment...
L’étoile
Le ballerine sono uno dei soggetti preferiti di Degas, che a loro dedica non solo decine di tele ma ...

Stile e Tecnica

Le stampe
Degas impiegò varie tecniche di incisione, fra cui l'acquaforte, la puntasecca, l'acquatinta e la li...
Disegni
Il disegno è alla base dell'arte di Degas. Cresciuto nella tradizione di Ingres, che del disegno è s...
Scene di danza
Le scene di danza di Degas sono universalmente apprezzate e non è difficile comprenderne la ragione....


Biografia (parte II)


Contrariamente all'impressionista, teme la luce naturale e ama soprattutto sfumare gli effetti della luce artificiale. Ciononostante Degas è una figura molto importante nella genesi e nella storia del gruppo impressionista, alla prima mostra del quale partecipa, nel 1874, con dieci sue opere. Resterà fedele al movimento fino all'ultima mostra impressionista del 1886, nella quale propone in particolare una serie di pastelli intitolata Suite de nus femmes se baignant, se lavant, se séchant, s'essuyant, se peignant ou se faisant peigner, che inspira a Huysmans un commento nel quale si rallegra di vedere Degas «buttare in faccia al suo secolo l'oltraggio più eccessivo, ribaltando l'idolo da sempre risparmiato, la donna...». Si mostra invece meno aspro nei confronti delle ballerine arrivando perfino a idealizzarle (Mademoiselle Fiocre nel balletto de «La sorgente», 1868, museo di Brooklyn). Al Salon degli impressionisti del 1881 espone una delle sue prime sculture, Ballerina di quattordici anni (cera), in cui la severità del realismo lascia il posto all'emozione e alla sensibilità. Ippodromi e teatri offrono lo spunto per mostrare la sua bravura nella rappresentazione delle forme in un movimento ininterrotto che ne suggerisce lo sviluppo oltre i limiti della tela. I suoi cavalli vanno al passo, trottano o galoppano in piena verità. Superando il modo convenzionale di rappresentare il cavallo in azione, grazie anche alla fotografia, Degas riesce a precisare, simultaneamente, la posizione di ogni zampa dell'animale nel corso delle diverse andature: niente è dovuto al caso e all'improvvisazione. Nel 1872-73 soggiorna per sei mesi a New Orleans, dove due dei suoi zii esercitano il commercio del cotone. Lì esegue L'ufficio dei cotoni a New Orleans (museo di Pau), manifestando il suo gusto per la modernità nell'arte e la sua tendenza a poetizzare, senza mentire, le scene di vita comune. Di ritorno a Parigi, realizza tutta una serie di capolavori che rinnovano la suggestione dello spazio per l'audacia delle inquadrature e dell'uso della luce. Classe di danza (1874, Louvre) e Due stiratrici (1884, Louvre) sono destinate a riscuotere enorme successo. In seguito Degas avrà gravi problemi di salute con la vista e rinuncerà per questo a dipingere a olio, dedicandosi invece al pastello e realizzando carboncini e litografie. Riesce comunque a dar vita a una serie di capolavori e a scolpire numerose statuette di ballerine. La naturalezza, è stato detto, nasconde la novità dell'artista come la tecnica nasconde l'audacia del mestiere. Renoir considerava Degas il primo scultore del suo tempo. Incisore di acqueforti, ha realizzato soprattutto scene di danza.

go back



Periodo Storico

Gli atristi e il programma
La prima collettiva del gruppo, organizzata da Degas come mostra di artisti "Indipendenti", ebbe luo...
Lo stile e il metodo impressionista
Come stile l'Impressionismo è un fenomeno singolarmente complesso, in quanto ogni arte precedente er...

Pompei

Curiosità

 

iscriviti alla mailing list

la tua email

subscribe unsubscribe